Naviga tra le categorie

Comprensione dei chakra e il loro impatto sulla nostra vita esterna

16 Maggio 2020 • in: Vibrazioni Personali

Condividi

Da un punto di vista generale, nell’approccio Openhand , i chakra sono “punti di scambio di coscienza” in cui la luce dell’anima si nutre di un particolare veicolo di energia corporea. Quindi l’anima entrerà in un corpo particolare – come quello emotivo o mentale per esempio – e poi lo animerà.

Dove c’è una sorta di distorsione, o mancanza di autorealizzazione da parte dell’anima, in un particolare piano di densità, allora di solito si tradurrà in un qualche tipo di blocco in un particolare chakra e in un accumulo di energia in quel particolare corpo. Se per esempio abbiamo delle difficoltà a lasciarci andare in relazione, allora ciò potrebbe accumularsi attraverso il chakra sacrale e costruire densità emotiva, che poi viene repressa per evitamento, oppure cadrà e talvolta esploderà.

Quindi durante il viaggio è assolutamente essenziale lavorare per sintonizzare i chakra. Ed è anche fondamentale rendersi conto che non si può semplicemente separare il lavoro del chakra interno da comportamenti esterni, perché i due sono perfettamente correlati. Quindi lavora per sintonizzare i chakra, sì, ma sappi che quando l’energia si riallinea e si apre, il processo di trasformazione si rifletterà nel tuo mondo esterno e ti richiederà di lavorare sui modelli comportamentali che sono illuminati. Altrimenti il ​​lavoro dei chakra sarà inefficace.

Una comprensione dei chakra e dei veicoli corporei a cui si riferiscono, aiuterà molto questa indagine. Ecco un’intesa tratta dal libro “5GATEWAYS” .

Chakra di base:

Situato intorno al coccige e ai genitali, si riferisce alla nostra connessione al piano fisico, incluso il nostro sistema immunitario e la nostra sessualità. Se la vibrazione qui è bassa, tendiamo ad essere troppo attaccati e identificati con l’esperienza fisica. Ci sentiamo separati dall ‘”Tutto Ciò Che È” e abbiamo urgenze sessuali apertamente lussuriose e potenzialmente sfruttatrici. Mentre trasmutiamo l’energia in questo chakra alla vibrazione superiore, siamo sempre più liberati dall’attaccamento al piano fisico e aspiriamo naturalmente a una crescita spirituale superiore.

Chakra sacrale:

Situato approssimativamente dove si incontrano la colonna vertebrale e il bacino, il chakra sacrale è il centro emotivo che governa il nostro stato di essere all’interno delle relazioni. Se la vibrazione è bassa, tendiamo ad essere eccessivamente attaccati nelle relazioni, bisognosi e gelosi. Mentre trasmutiamo l’energia e aumentiamo la vibrazione, tuttavia, scopriamo una sensualità crescente nelle relazioni.

Chakra del plesso solare:

Situato sulla colonna vertebrale, intorno alla parte superiore dello stomaco. Il suo scopo è quello di accettare e infondere conoscenza spirituale superiore nella mente inferiore – ciò che possiamo chiamare mente subconscia. In effetti, si può considerare che governa il corretto funzionamento della mente inferiore. Quando la vibrazione è bassa, siamo inclini alla programmazione e alla distorsione mentale e quindi siamo più suscettibili a comportamenti di dipendenza come attaccamento alla caffeina, cioccolato, zucchero, alcool, sigarette e altre droghe. Quando trasmutiamo completamente la coscienza qui, siamo in grado di prendere il controllo degli impulsi di base (dell’animale inferiore), espandere la nostra coscienza e aprire nuovi canali di influenza creativa attraverso la manifestazione eterica. Lo “scambio di conoscenze telepatiche” può avvenire dai regni superiori nella Terza Dimensione attraverso questo chakra quando funziona come è stato progettato.

Chakra del cuore:

Situato a livello del cuore, questo è il centro in cui si attiva l’amore incondizionato per tutta la vita, ciò che alcuni chiamano “La Coscienza Cristica”. Quando la vibrazione è bassa, si manifesta come il giudicismo e l’adesione radicale a una verità singolare, accelerando così il conflitto nelle nostre vite e limitandoci al Regno Dimensionale inferiore. Quando la vibrazione qui viene trasmutata, tuttavia, il giudicismo svanisce e viene sostituito dall’amore incondizionato per tutta la vita. Siamo in grado di vedere e contenere molteplici verità e attraverso il corretto discernimento non giudicante, diventiamo in grado di scegliere la Giusta Azione in linea con la mano guida della Benevolente Coscienza (vissuta come una spinta sincera). Quando raggiungiamo un chakra del cuore completamente aperto, iniziamo a dispiegarci nella Quinta Dimensione.

Chakra della gola:

Situato nella zona della gola, il quinto chakra si collega direttamente alla mente superiore, il nostro quinto veicolo di espressione corporea (vedi Gateway 5). Regola la nostra capacità di ricevere, interpretare e articolare la più alta verità dalla biblioteca cosmica di ogni conoscenza. Il centro della gola fornisce la connessione diretta alla consapevolezza spirituale superiore. Quando la vibrazione è bassa, tendiamo ad essere più delimitati dalla nozione di identità separata, limitandoci così di più alle dimensioni inferiori. Una bassa vibrazione qui si manifesterebbe come un’incapacità di esprimere ed essere a proprio agio con la realtà autentica; siamo più governati dai limiti del pensiero condizionato inferiore a causa del nostro attaccamento alla falsa identità. In parole povere, siamo meno in grado di esprimere la nostra verità interiore ed essere incredibilmente d’accordo con quello. Il chakra si apre completamente quando non siamo più influenzati internamente dalla reazione esterna alla nostra verità pienamente espressa. Siamo in grado di “porgere l’altra guancia” ed esprimere automaticamente maggiore saggezza a qualunque costo personale apparente; così la porta per l’esperienza multidimensionale è aperta per noi.

Terzo occhio:

Situato nella ghiandola pineale all’incirca al centro della testa a livello delle sopracciglia. Il terzo occhio può essere considerato come il centro della coscienza per l’anima all’interno del corpo. Mentre siamo impegnati nella trasmutazione della coscienza all’interno dei chakra inferiori, tendiamo a non esserne consapevoli perché le nostre azioni sono governate più dal falso sé piuttosto che dall’anima. In parole povere, la Coscienza dell’Anima dal terzo occhio viene inghiottita in identificazione con la mente-corpo e i suoi attaccamenti al dramma esterno. Tuttavia, quando rilasciamo questi attaccamenti, la vibrazione nei chakra inferiori si trasmuta e quindi la Coscienza dell’Anima viene liberata sollevandosi sulla spina dorsale e ricollegandosi nel terzo occhio con la Coscienza dell’Unità che scorre “verso il basso dalla Sorgente”. Questa operazione viene definita “attivazione kundalini” (spiegata in dettaglio di seguito). Quando il terzo occhio si attiva, diventiamo sempre più capaci di vedere i riflessi di noi stessi negli altri e in tutta la vita. Siamo in grado di identificare e allineare con il nostro vero senso di essere. Pertanto, lo scopo dell’anima viene ora scatenato.

Chakra della corona:

Situato appena sopra la fontanella dove si incontrano le tre placche ossee del cranio. Questo chakra si attiva davvero solo quando abbiamo trasmutato gran parte della densità nei chakra inferiori e abbiamo liberato abbastanza Coscienza dell’Anima dall’identificazione del corpo umano. A questo punto, il chakra della corona si apre e infonde energia nel nostro veicolo corporeo più alto – il “corpo di luce spirituale” (o “merkaba”). Questo apre la strada alla corretta razionalizzazione delle influenze multidimensionali che stiamo vivendo, incluso ad esempio il modello sincronistico sottostante attraverso tutti gli eventi. Quando il chakra della corona si apre completamente, la vita multidimensionale attraverso il corpo della luce spirituale diventa una realtà per noi. Siamo centrati nel flusso universale della Giusta Azione e siamo sempre più in grado di spostare la coscienza tra le dimensioni come richiesto dal flusso naturale dell’universo.

È anche essenziale avere una buona meditazione chakra per sostenere il lavoro interiore. Eccone uno su cui puoi lavorare che usiamo generalmente nel lavoro Openhand 5GATEWAYS, di nuovo preso dal libro …

Fai alcuni respiri profondi inspirando nell’area dell’ottavo chakra diversi centimetri sopra la corona.
Ora inspira nell’ottavo chakra, trattieni il respiro, quindi sposta l’attenzione verso il chakra della corona ed espira nella parte anteriore di esso.
Trattieni il respiro espirando e senti un senso di rilascio, apertura ed espansione. Puoi visualizzare per aiutare, quindi forse vedi un’apertura di fiori o un sole che sorge o increspature che fluiscono verso l’esterno su uno stagno.
Quando senti naturalmente che è tempo di inalare di nuovo, sposta l’attenzione attraverso e fuori dalla parte posteriore del chakra della corona e ancora una volta fino all’ottavo. Inspira nell’ottavo chakra.
Quando è completamente inalato, trattieni il respiro e sposta l’attenzione sul terzo occhio che entra attraverso di esso. Espirare e rilasciare la tensione e lo sforzo come prima, quindi inspirare nuovamente fino all’ottavo.
Continua il processo verso il basso attraverso ciascun chakra fino alla base e quindi ripeti la sequenza inversa verso l’alto a partire dalla base (quindi apriamo il chakra di base due volte in successione). Ricorda, inspiriamo sempre nell’ottavo chakra e poi espiriamo nel chakra che stiamo aprendo.
Una volta completato, sintonizzati all’ascesa di energia dal chakra di base attraverso gli altri chakra fermandosi al terzo occhio; senti te stesso attingere l’energia verso l’alto con il senso dello scopo.
Se l’energia rimane bloccata in un certo chakra, continua ad espirare e rilasciare tensione e sforzo lì. È probabile che dovrai ripeterlo per settimane e mesi per liberare completamente il flusso.Non aspettarti che succedano necessariamente cose importanti le prime volte che lo fai, anche se praticamente attiva sempre le cose sui corsi in cui l’energia viene amplificata più fortemente nell’ambiente di gruppo. Chi lo pratica quotidianamente per diversi mesi, di solito sperimenta un profondo effetto di trasformazione.

Un altro punto da aggiungere è che potresti aver sentito parlare delle pratiche di “rimozione dei chakra” . Per me questo sembra una distorsione della verità. In ciò quando i chakra sono sintonizzati e completamente aperti nei vari veicoli corporei, può sembrare che siano scomparsi. Perché tutto scorre senza intoppi. Ma ciò non significa cercare di “rimuoverli”, piuttosto di sintonizzarli nei modi descritti. Quindi il loro senso, alla fine, scomparirà (probabilmente dopo l’illuminazione).

Inoltre, personalmente non credo nel “chiudere i chakra” intenzionalmente . Preferirei che fossero completamente aperti a percepire e sentire tutto ciò che posso – essere consapevoli di quante più influenze ed energie sul campo possibile. Detto questo, probabilmente troverai un particolare veicolo corporeo – come l’energia o il corpo causale, ad esempio, quando è completamente sintonizzato, si espanderà e si contraerà naturalmente in circostanze diverse, a seconda di ciò che l’anima è data di fare.

Quindi unisciti alla nostra esplorazione dei chakra e, essenzialmente, al modo in cui riflettono e incidono sulla tua vita esteriore. C’è una grande trasformazione.

di Open

Circa l’autore
La mano aperta è un approccio unico all’evoluzione spirituale: l’integrazione della saggezza illuminata dei maestri spirituali attraverso i secoli, è un modo di attingere alla benevola coscienza guida dell’Universo e allinearsi con esso nella tua vita. Ti aiuta a svelare il tuo vero Sé, rimuovere i blocchi karmici e dispiegare il tuo Destino Divino. Conduce a una vita autentica, resistente e di grande successo.

Quando il caos si fermerà ci renderemo conto di quanto poco abbiamo bisogno, di quanto in realtà abbiamo e del vero valore della connessione umana.

Michela Marini

Potrebbe interessarti

Prodotti consigliati

Newsletter di Ragazza Indaco.

Riceverai contenuti speciali come report energetico mensile, meditazioni, numerologia e tanto altro.